Community Call 18/08/2019

Vivere in uno Stato Bello – puntata 8

Namaste

Benvenuti a questa community Call. È una grande gioia vedere tutti voi.

Cominciamo questa Call con una piccola meditazione, una meditazione di gratitudine, quindi per favore chiudete gli occhi e portate la consapevolezza al respiro. 

Fate alcuni respiri consapevoli. Quando diciamo respirare in modo conscio intendiamo che si respira attraverso il naso e di fare sì che ogni inspirazione ed espirazione riempia i polmoni 

e che la espirazione sia più lunga della inspirazione e di fare tutto questo con totale presenza, quindi facciamo ora alcuni respiri consci o consapevoli.

Dolcemente portate la consapevolezza al centro del cuore inspirate ed espirate come se il vostro cuore stesse respirando. 

 Richiamate alla memoria tutti i momenti bellissimi che vi sono capitati durante l’ultima settimana.

Apprezzate la vita per avervi dato questi momenti meravigliosi nella vostra vita e inoltre siate grati verso tutte quelle persone che vi hanno aiutato a manifestare questi momenti meravigliosi

Dolcemente portate i palmi delle mani sul cuore inspirate ed espirate attraverso il cuore sentite la presenza della intelligenza universale

E ripensiamo a quei momenti che ci sono capitati, sentivi grati con l’intelligenza universale per essere stata lì con voi o per essere anche lì con voi in tutti i momenti

Fate un respiro profondo e mentre espirate rilassate le mani, fate un altro respiro e mentre espirate rilassate i muscoli del viso e lasciate che emerga un sorriso, fate un altro respiro profondo e mentre espirate dolcemente aprite gli occhi ora.

Allora lasciate che vi condivida qualche bellissima notizia che abbiamo avuto. Il libro che è stato scritto da , Krishnaj e Preethaj è diventato ufficialmente un Best seller americano la scorsa settimana e inoltre è stato anche il numero uno fra gli audiolibri e sta anche per diventare un Best Seller in molte piattaforme e quindi sta veramente impattando le vite di molte persone e presto potrebbe essere un Best Seller anche su Amazon e vorrei ringraziare ciascuno di voi, per avere veramente comprato personalmente, ma passato parola anche ai vostri amici, ovviamente siamo tutti noi insieme che siamo stati in grado di portare questa bellissima opera e questa saggezza nelle vite di molte persone, in molte famiglie e quindi grazie moltissimo per tutta la vostra collaborazione e per il duro lavoro che avete fatto in questo periodo.

 E’ qualcosa che veramente merita di celebrare tutti insieme e poi ovviamente ci sono stati anche molti passaggi nel fare sì che le persone appunto abbiano ascoltato gli audio libri, per qualcuno è andato a trascendere verso stati elevati, per qualcuno sono avvenute molte sincronicità, qualcuno ha avuto dell’esperienze particolari, qualcuno quando legge il libro, i problemi che stavano affrontando nella loro vita magari a livello di qualcosa di stagnante c’è stato un sollievo molto rapido e quindi ha cominciato ad avvenire qualcosa di magico. 

Per esempio in questo fenomeno molte cose si sono rivelate al mondo, per esempio EKAM è fenomeno potente, qui noi abbiamo avuto la meditazione del campo illimitato, poi abbiamo avuto il  Diksha, e poi abbiamo avuto i corsi e i festival, il festival della pace e ora ovviamente il libro è un’altra grande grande cosa e il fenomeno si è aperto al mondo per andare veramente nelle vite delle persone e negli ultimi 10 15 giorni ci sono stati più di 15 18 podcast con delle interviste nel mondo, quindi dei filmati e molti altri stanno arrivando e quindi sta accadendo veramente un’esplosione per portare questo nelle vite di molte persone e quindi è come se avessimo mosso il terreno con l’aratro tutto e adesso sta arrivando la pioggia e quindi il raccolto, quindi tutto questo sentite che è anche nelle vostre mani, effettivamente il lavoro comincia ora perché molte persone hanno ricevuto questa saggezza e quindi voi come comunità tutti voi sapete qualcosa di più delle persone che hanno semplicemente ascoltato e letto, quindi cominciando a ricevere un sacco di persone e dalle persone ciascuno di noi è giusto che sia pronto a supportare chiunque voglia imparare e comprendere. 

Allora siete tutti pronti per questo?

 Perché qualcuno di voi so che è già un anno o due anni che segue queste cose e quindi ci sono tante cose che abbiamo condiviso con voi, processi saggezza e avete partecipato magari anche al campo dell’abbondanza, ai corsi del campo dell’abbondanza quindi siete sicuramente preparati per sostenere quelli che hanno bisogno di una mano e quindi siate preparati e quindi potete sostenere le persone che lo desiderano. Quindi adesso per questa settimana vorrei ancora una volta portarvi a fare un viaggio. 

Uno dei particolari colloqui che sono stati fatti da  Preethaj è un podcast molto famoso, è una lunga intervista, ma adesso ne vedremo metà e vedendola insieme in questo modo vi darà una intuizione più profonda di quello che abbiamo imparato quindi magari ve la siete vista da soli oppure in macchina e l’avete sentita mentre viaggiavate però questo è qualcosa che adesso ascolterete con totale presenza che potete avere perché così potete capire quando siamo tutti molto connessi, quando insieme i nostri cervelli sono connessi anche loro, anche le nostre menti sono connesse, perciò lo stiamo facendo adesso da un cervello collettivo e quindi andiamo a vedere questa cosa per avere una è un’intuizione più profonda. D’accordo?

Questo è Lewis Howes.

 Sono venuto tre anni fa in India, credo e c’è stata una trasformazione incredibile per me, mi sono sentito come se fossi una studente, c’era questa cosa della meditazione e mi sentivo già abbastanza bravo per conto mio, per come gestire le emozioni e tutte queste cose, eppure quando sono venuto nella vostra struttura la O&O Academy è stata veramente trasformative e guardavo anche le altre persone trasformarsi ed è stato molto ispirante e quindi sicuramente suggerirei a tutti di andare in India e di vedervi dal vivo perché è incredibile quello che fate la O&O e quindi tre anni fa c’è stato questo podcast che hai fatto con me ed è stato molto ispirante e adesso c’è stato questo libro i quattro segreti sacri, una guida per vivere in un bellissimo stato, ho appena ricevuto questo libro e sono molto emozionato, perché ero uno delle persone che diceva: occorre che tu ti prendi un libro selly, questa informazione è tanto potente e le persone che non possono andare fino in India o farsi un volo e venire a work shop almeno possono avere questo bellissimo libro perché ci sono parole di saggezza molto potenti. 

Avete iniziato questa scuola di filosofia e quindi è molto potente nella vostra vita ma adesso questa cosa può venire nelle vostre vite perché voi non avevate iniziato questa cosa, questo libro e adesso c’è, giusto? Guardando indietro la mia vera vita quando ero molto giovane mi sentivo molto connesso con le persone sentivo quello che tu stai sentendo qualunque cosa che gli altri sentono e la mia connessione è di fare sì che per un lungo periodo di tempo ho pensato che tutti fossero così e poi ho capito che non era proprio così quindi pensavo che tutti sentissero questo amore, questa consapevolezza. Beh non mi sentivo separato dagli altri mi sentivo molto connessa dell’esperienza degli altri a alla gioia la felicità che provavano gli altri e poi la percezione è cambiata perché ho capito che il mondo non funzionava sempre tutto così e l’’esperienza che stavo avendolo durante le meditazioni e il viaggio trasformativo, quando avevo 17 18 anni così giovane mi ha lasciato un enorme impatto e l’esperienza continua ad accadere e poi ci sono delle esperienze in cui mi sentivo oltre me stessa un’esperienza di profonda connessione, un’esperienza in cui non c’è il se, un’esperienza in cui non c’è  un commento della mente, quindi queste esperienze hanno formato la mia percezione non è come un film che stai guardando ma è qualche cosa che ha un profondo impatto sulla  tua stessa percezione della vita il modo di in cui  ti connetti  modo in cui fai esperienza di pace, di gioia e poi dopo questa esperienza che ho condiviso con Krisnaj ha impattato molto me mi ha fatto  vedere un altra persona che è in grado di connettersi anche lei e ancora più di me e di percepire di sentire ancora più di me e continuava ad impattarmi e a impattare le persone, quindi Krisnaj per quelli che non lo conoscono è tuo marito, il tuo partner è anche  alla O&O e dici che può sentire più profondamente dici? 

Ah io capisco che lui riesce a sentire più di me assolutamente. 

Ah davvero ma tu sei molto empatica e connessa. Lui lo è più di me, dice PreethaJi.

 Probabilmente non si vede da fuori ma il modo in cui lui riesce a connettersi non solo con me ma con tutte le persone con cui collabora e quando vuole impattare le loro vite, l’intera esperienza delle altre persone è incredibile. E allora quante volte senti, immagino che tu senti questa situazione di non sé, quanto spesso accade questo. Accade tutti giorni o una volta settimana? Accade una volta ogni tanto, non quotidianamente, ma l’esperienza di connessione accade piuttosto spesso. Come ci si sente con quest’esperienza di connessione chiede Lewis, Non ci si sente separati dagli altri? Direi che è più dell’empatia effettivamente fare esperienza di quello che provano gli altri davanti a te e da lì poi c’è questa compassione e questa esperienza di… non ti senti separato, includi l’altro. Allora cosa accade quando noi ci sentiamo connessi a tutte le altre persone, alle persone intorno a noi? Quando ti senti connessa ti dà molta gioia. E se ci fosse molta gioia invece di rabbia, se gli altri urlano dietro ti vuoi connettere con gli altri o disconnettere? Quando gli altri soffrono quando stanno lì a urlare vuol dire che sono molto disturbarti, se ti connetti con loro in quel momento ti senti immensamente potente nel poter aiutare gli altri e come se potessi aiutare qualcuno nella tua famiglia che è disturbato, quando tu ti senti connesso a quella persona in quel momento nel tempo e l’altro non è in una buona forma, quando tu ti senti abbastanza potente per impattare gli altri, l’esperienza di connessione ha un enorme impatto di guarigione sull’esperienza della vita che hanno gli altri. Per esempio come una mamma che va a parlare ai figli che sono depressi che hanno una dipendenza e dice che cosa faccio? Mi vengono spesso a chiedere queste cose. L’unica cosa che gli dico tu alimenta un bellissimo stato di connessione e quando tu credi nella connessione, non è qualcosa che accade nel giro di una notte ma quando tu cresci nella connessione, tu vedrai questa esperienza che condividi con i tuoi figli vedrai che ha un potere di guarire i tuoi figli e ha il potere lentamente di farli andare oltre a quello che li sta disturbando, non solo come genitore, ma chiunque voglia impattare la vita di un altro essere è importante che voi alimentiate un bellissimo stato di connessione non ho mai incontrato qualcosa di più potente di questa esperienza di connessione nella mia vita, nel crescere mia figlia oppure nel relazionarmi a mio marito, nel fare la mente reale agli insegnanti della facoltà o tutte le persone dei corsi in qualunque incontro meeting in giro per il mondo, non ho mai visto niente di più potente di uno stato potente di connessione, quando sono andato alla O&O tre anni fa ho imparato che ci sono solo due stati, uno stato di sofferenza e uno bello stato e ancora vero questo? Certo che è vero dovrei chiederlo io a te dice Preethaj. 

Penso di sì c’è uno stato di sofferenza o ci sono stati di sofferenza in cui l’emozione puoi mettere una categoria e poi c’è un bellissimo Stato in cui fai esperienza di moltissime emozioni e gioia amore, pace, connessione, intimità, servizio agli altro e tutto questo viene da un bellissimo stato oppure c’è la disconnessione e la rabbia che è la mancanza di perdono questo è uno stato di sofferenza.

Sì esatto lo stato di sofferenza ti separa dagli altri. Magari potresti lottare per una causa superiore ma se sei in uno stato di sofferenza questa lotta per una causa superiore ti separa dal tuo sé superiore, quindi se tu sei frustrato per una causa importante nel mondo e vieni da uno spazio di rabbia o furia o frustrazione questo rovina le possibilità che tu risolva le cose. Certo Lewis quando tu sei in uno stato di sofferenza, tu sei disconnesso, tu sei avvolto semplicemente da te stesso, preso solo da te stesso e le persone credono che noi siamo individui separati e quindi lo stato mio è solo mio e quindi non impatterà a te, ma non è la verità questo, anche se noi facciamo esperienza di noi stessi come separati ci percepiamo isolati come individui, la verità è che noi siamo tutti connessi nella coscienza, perciò l’esperienza della sofferenza e il stare avvolti presi da se stessi porta la nostra vita verso il caos il disordine. Una sfida dopo l’altra ci arriva, ci sembra di andare avanti ma andiamo all’indietro in effetti perché il nostro stato sta comunicando all’universo. Che cosa comunicare chiede Lewis. Che sono aperti problemi, sono in sofferenza sono tutto avvolto da me stessa sono disconnesso e questo stato di disconnessione non ti permette di manifestare e di vivere delle belle sincronicità, delle belle situazioni nella vita e questo stato ha un impatto sul modo in cui tu percepisci, vivi la vita, è un impatto anche questo stato sulla realtà. Quindi quando tu trasformi il tuo stato dell’essere, da uno stato di sofferenza a un bellissimo stato tu ti apri entri in un regno magico, degli accadimenti. Che cosa accade? Incontrare le giuste persone, fare i contatti giusti, andare nelle giuste situazioni, creare sincronicità. l’universo è tuo amico, quando tu sei in uno stato di sofferenza non senti che l’universo è un tuo amico cerca di cospirare contro di te, e quando tu sei in un bellissimo stato, tu stai comunicando all’universo dicendo io sono aperto a ricevere gioia, amore e sincronicità e quindi a ricevere magie e quindi voi create sincronicità, è come se ci fosse tutto l’universo che si muove per mettere a posto le cose, per appagare i desideri solo per te, quindi uno può dire lo posso utilizzare quando viene fuori, posso mettermi in contatto e le cose cominciano a mettersi al suo posto. Si certo. E però questo non accade quando sono arrabbiato, frustrato, giusto? Esattamente dicePreethaj. Quando sono insicuro, frustrato, quando mi sento solo, quando tu ti porti in questo stato, tu stai dicendo all’universo quando sei in connessione, come se noi siamo insieme, siamo uno e invece quando sei in uno stato di sofferenza è un po’ come se noi dichiarassimo indipendenza e causiamo malattia, come un cancro che causa malattia nel resto del corpo e quindi la coscienza ti rifiuta, perché tu sei come una malattia, tu sei una malattia, dice Preethaji in uno stato di sofferenza. Ah però tutti hanno l’opportunità di spostarsi da uno stato di sofferenza, io personalmente sento che non c’è abbastanza istruzione e formazione su questo alimentare un bellissimo stato di connessione, di coscienza. Non lo insegnano a scuola? Io vorrei che lo potreste insegnare a scuola e allora si creerebbe un mondo migliore. Lo stiamo facendo in India con i giovani, non solo in India lo facciamo in tutto il mondo, stiamo cominciando a farlo ma in India su scala più ampia. E questa grande organizzazione di change markes, mandiamo l’insegnante nelle scuole nei college e facciamo dei programmi di insegnamento per loro, sulla consapevolezza di qualunque stato stiano stanno vivendo in quel momento, e come stare bene. Avvolte sento che ci sono questi amici che sono sempre intrappolati in uno stato di sofferenza, anch’io sentivo magari che non c’era via di uscita e quindi si sente come se il mondo fosse contro di me, non ho più energia, sto male il mio amico continua a accoltellarmi alle spalle. Come può essere così quando è così reale per le persone? Come possiamo portarli fuori da lì quando gli sembra di essere così nell’oscurità?  Lascia che faccia un esempio dalla natura. Se noi guardiamo un cobra, cominci a sentirsi a un certo punto, dopo qualche mese a disagio nella sua pelle, e quando è a disagio nella sua pelle non è più in grado di vedere la sua visione proprio viene offuscata e quando diventa insopportabile, ciò che fai è che si porta in uno stato di auto reclusione e lascia andare si isola, e lascia andare tutta la sua pelle, si libera di tutta la sua pelle e poi c’è una nuova pelle brillante che viene fuori sotto, è molto più potente e nei suoi occhi la sua visione è molto più chiara è pronto di nuovo per la vita. Ciascuno di noi ha bisogno di questo processo. 

Davvero? Lasciare andare il vecchio? 

Sì tutto ciò che avete accumulato quando eravate nel grembo materno oppure quando eravate davanti alle vostre sfide della vita, le dipendenze, i fallimenti, stanno tutti lì dentro di voi ,vi sentite a disagio nella vostra pelle e non avete una visione per il futuro e non avete uno scopo per la vostra vita, veramente non sapete che cosa fare della vita, la visione viene molto offuscata, e state semplicemente vivendo senza capire dove andare, esistete semplicemente, non penso che Krishnaj mi abbia mai permesso di sentire questo, vi ha chiesto se tu l’hai mai sentito . Quando spesso senti che… per me io sento che ogni volta che emerge la sofferenza c’è questa visione interiore di un bellissimo stato interiore e quindi ci spostiamo non permettiamo che cresca nella coscienza, questo stato di debolezza, quindi arriva solo per un momento. Si non è che non lo sento, non è che io non possa avere una discussione con Krishnaj, certo che lo facciamo però ogni volta che ci relazioniamo usciamo da questa cosa, è come se non ci portassimo dietro il passato, il dolore, la nostra coscienza danneggiata non ce la portiamo dietro, perché quando siete danneggiati potete solo creare maggiore danno nelle vite delle persone intorno a voi. Interessante c’è una grande storia Lewis. Quella dei due monaci, Sime e Nome li chiama. Sono quelli che uno prende su una persona, com’è la storia? Ci sono questi due monaci Sime e Nome che vanno verso il monastero e devono attraversare un villaggio questi due monaci li chiamiamo Sime e Nome. Tutti e due sentono una donna che piange perché vuole attraversare il villaggio ma non può farlo perché c’è un fiume che si è riempito troppo e lei piange perché non è in grado di andare dal suo figlioletto di tre o quattro anni e quindi uno dice ti aiuto io e la prende in braccio per portarla all’altro lato del fiume, e poi la lascia andare e lei lo ringrazia e poi lei va via e i due monaci vanno verso il loro monastero. E Nome dopo mezz’ora in uno stato molto agitato, parla all’altro e dice sai quello che hai fatto? E l’altro dice sai che cosa ho fatto? Ma  il nostro maestro ci dice di non guardare a una donna e tu l’hai parlato, dice di non parlare tu l’hai toccata, dice di non toccarla e tu addirittura l’hai presa in braccio, hai fatto un errore grandissimo, enorme e l’altro con molta calma lo guarda e dice sì però io l’ho lasciato andare mezz’ora fa, ma sei tu che la stai ancora portando con te. L’intuizione che ci dà, che poi noi possiamo ricevere da questa storia è che Simi rappresenta un bellissimo stato, Nomi rappresenta uno stato di sofferenza. Nomi è agitato prima durante e dopo quest’episodio, e continua a vivere in agitazione e stress, mentre l’altro è molto calmo presente vede una donna soffrire ed è in grado di percepire il suo dolore perciò agisce perché lui è presente e vuole assicurarsi che lei si liberi dal proprio dolore e quindi l’aiuta e dopo una volta che la cosa l’evento è avvenuto lui continua a stare nella sua pace, mentre Nomi ha il passato che continua a persistere e l’agitazione continua dentro di lui yesme e pienamente presente e lui si allontana dalle situazioni appena esse sono terminate, non se le porta indietro a ripensare alla donna come faceva l’altro. E quindi ciò che accade a noi dice Lewis quando il nostro passato magari vent’anni fa trent’anni fa, che cosa accade fisicamente quando ce lo portiamo dietro? Beh fisicamente ci ammaliamo dicePreethaj.Quindi quando sono ossessionato dal passato? Certo quand’è che sei ossessionato dal passato? Dalle situazioni dolorose oppure da un particolare piacere che tu hai vissuto, e in questo stato di ossessione ci ossessioniamo di una particolare cosa quindi o continuiamo ad alimentare la nostra rabbia, il nostro odio, la nostra paura, oppure vogliamo che le esperienza si ripeta ancora, sentiamo che non l’abbiamo avuta e soffriamo perché non l’abbiamo avuta. Esatto, uno stato di sofferenza è quello che fa a voi, a noi è che diventiamo non intelligenti, non siamo presenti alla vita, quindi le vostre risposte saranno è difficile, perché a causa delle emozioni che avete alimentato, e queste emergeranno nelle vostre azioni. Credere che noi stiamo rispondendo solo alla vita per la logica è una comprensione molto molto insufficiente e noi rispondiamo nel modo in cui facciamo a causa di qualcosa che accade quando avevamo cinque anni, 10 anni, 15 anni, vent’anni, ed è importante pulire questa coscienza da tutte queste cose che ci impedisce di percepire la connessione, quindi la via più breve per avere il successo, per avere belle relazioni, per creare abbondanza nelle vite e prosperità è portarsi nella connessione e che cosa vi ferma dal provare connessione? È la vostra abitudine di occuparci e preoccuparci sempre del passato o del futuro, quindi o siete nell’esperienza del passato oppure siete nella paura del futuro. La più grande epidemia che ho osservato incontrando le persone in tutto il mondo, è sempre la stessa, l’ansia o solitudine, potreste essere con la persona più bella della vostra vita, potreste essere in una fantastica compagnia, eppure vi sentite molto solitari. Perché? Perché la solitudine non è la mancanza di compagnia è questo senso di disconnessione interiore con tutto ciò che avete intorno, siete disconnessi con ogni cosa intorno, perché voi siete completamente presi da voi stessi. Questo pensiero ossessivo centrato su di sé, se ricordo bene la definizione. Sì la sofferenza esiste solo quando siete presi da voi stessi, se non c’è sofferenza, voglio dire se non c’è ossessione verso se stessi, non c’è sofferenza. E non potremmo essere ossessionati da un altro o da una macchina o da una visione? Dobbiamo vedere più in profondità di noi stessi. Se tu guardi più in profondità dentro te stesso e scopri la tua verità, vedi che tutto riguarda te. Ho capito. Quando sei ossessionato da qualcun altro o qualcos’altro ti accorgerai quindi che ti stai ossessionando su di te. Sì esatto. Comunque è uno stato in cui sei preso da te. Se non sei preso da te, non c’è questa sofferenza e ci sono molte altre idee come l’idea che la sofferenza ti fa faccia bene. Esistono davvero? Si certo, io ho visto molte persone che mi chiedono ma non sto soffrendo abbastanza per acquisire quello che voglio e non c’è bisogno di soffrire se tu guardi la sofferenza più  in profondità, ti sta disconnettendo dalla vita, se guardi alla sofferenza, ti separa dalle persone, ciò che occorre al mondo è che tu sii un individuo, in grado di condividere molta gioia, condividere molta felicità con gli altri e poi allora le ondate di cui  quello che tu stai condividendo vanno avanti per molte generazioni e quando mi hai fatto questa domanda,  cosa fai quando soffri, ti dico ci sono circa 60.000 pensieri al giorno e la maggioranza il 60% sono cose vecchie lo 80% dei pensieri sono vecchi stiamo pensando qualcosa del passato è questo quello che voglio dire, voglio dire che lo stesso pensiero che va avanti più volte, e oltre a questo l’80% è negativo per natura.

 Oh cavolo! Ho capito dice il giornalista, e quindi cosa stiamo facendo con la nostra vita. Siamo molto impegnati, non abbiamo tempo, corriamo da una cosa all’altra, da una persona all’altra, credendo che noi ci stiamo portando verso l’acquisizione verso una crescita nella vita ma la verità è che noi stiamo facendo questo a noi stessi e da questo stato come può esserci creatività come possiamo manifestare intelligenza che occorre per risolvere i problemi, perché noi stiamo sempre ossessionati a fare, fare e non ci prendiamo mai lo spazio e il tempo per riflettere per essere semplicemente dice Lewis? Diventi una macchina meccanica, un software, solitudine e a causa di questo l’ansia, e a causa di questo sei abituato a stare in quegli spazi, in quei posti e quindi puoi essere lì su Instagram, puoi festeggiare migliaia di followers e di seguaci oppure ti senti ugualmente solo e disconnesso e l’ansia, quando ci sono giovani vecchi, è diffusa in tutte le nazioni è qualche cosa che sta distruggendo questo pianeta, le nostre vite, e distrugge le nostre famiglie. È il momento che noi ci risvegliamo, è il momento che noi impariamo a vivere in un bellissimo stato, è il momento che noi alimentiamo il bellissimo stato di coscienza, l’acquisizione va benissimo, avere una bella famiglia è fantastico, ma facciamolo partendo da un bello stato. Come  facciamo qual è il modo migliore per uscire dalla sofferenza e andare in un bello stato? Veloce quanto, dipende da un individuo, però ci sono delle pratiche che come ti abbiamo insegnato, la pratica della Soul Sync, della mente serena. Se tu puoi prendere un paio di minuti per alimentare un bellissimo stato della coscienza, per sentire quella espansione, quei pochi minuti faranno la differenza per il resto della giornata. È importante fare le pratiche, è importante che voi le facciate sinceramente e sapendo che il vostro stato ha un impatto diretto sulla vostra vita, questo stato ha un impatto sui vostri figli, ha un impatto sul partner. Noi siamo come, se voi guardate un albero di un tipo particolare, sembra un individuo, un albero individuale ma in realtà sono connessi tutti con le radici sono un unico organismo, noi crediamo di essere degli individui separati, ma allo stesso modo ovviamente noi siamo connessi con l’intero universo, siamo connessi con ogni persona o con ogni cosa ogni cosa materiale nell’universo però c’è anche il nostro circolo dell’anima, con cui c’è un impatto diretto e per il bene del circolo dell’anima, per poter creare una bellissima vita per il vostro circolo dell’anima è importante che voi alimentiate un bellissimo stato, che tu alimenti un bellissimo stato e ci vuole un po’ di tempo perché ovviamente ci stiamo portando dietro tutto questo bagaglio, non solo della nostra vita, dei genitori, dei nonni e probabilmente dell’intero umanità, la cultura, la società, abbiamo molte cose condivise ogni settimana, ogni pochi mesi dovremmo condividere, avere più chiarezza. 

Quando ho imparato la Soul Sync  in India dice Lewis è buffo perché ogni volta che faccio la Soul Synk adesso, tu ne fai parte, penso di aver telo detto anni fa, ma c’è un processo nella Soul Synk in cui, è un po’ come nella seconda parte della meditazione dura un quarto d’ora o poco più e quando sei a metà si fa questa pratica del respirare e poi c’è questa visualizzazione, questa esperienza di visualizzazione ogni volta che la faccio io mi vedo nella stanza con te, perché tu eri quella che la guidava e quindi lievitiamo nelle nuvole, poi balliamo, penso che è come avere una festa da ballo e quindi ogni volta che medito vedo questa cosa ed è bellissima. Il giornalista ride. Vorrei andare a parlare di questi quattro segreti, ma sfuma l’intervista perché abbiamo già fatto una certa ora.

 Allora spero che a tutti voi sia piaciuta -dice Kumarji- questa intervista, ovviamente c’è un’altra parte che potremmo dire la prossima settimana. 

Quindi il punto chiave in questa intervista è che adesso potete avere sentito un po’ di insegnamenti. Perché è importante ascoltarli collettivamente? Il motivo è che non stiamo solo ascoltandoli, stiamo recitando, giocando anche il ruolo di poterla trasmettere, quindi quando siamo con Preethaj abbiamo un dialogo, la cosa più importante è che abbiamo un una esperienza di saggezza di prima mano, dai fondatori dalla fondatrice e possiamo ricevere la sua intuizione più importante sulla connessione e perché è così importante stare in uno stato di connessione? Perché non possiamo dare una seconda opzione, ma invece deve essere la priorità della vita? Perché ogni volta che fate da uno stato di disconnessione, non vi porterà avanti in nessun modo, mentre se voi prima di tutto potete dare priorità a questo stato di connessione e fare tutto ciò che occorre prima di tutto per diventare una persona che impara a stare in uno stato di connessione, allora la connessione la porterete in ogni cosa che volete nella vita, quindi è magico questo.

Se voi volete fare sì che tutto l’universo venga a crescere insieme a voi, questa è una cosa molto preziosa nella vostra vita, molto più importante, molto più grande dei così detti problemi, sfide, le vacanze e i vari problemi di cui parlate, non sono niente in confronto, perché che senso ha quando voi fate tutto il resto ma non siete veramente in grado di orientarvi verso l’aspetto centrale dei problemi e sentire uno stato di connessione. A quel punto nulla ha più valore io penso che tutti voi potete capire l’importanza e l’urgenza di stare in uno stato, imparare a stare in quello stato.

 È molto importante e vitale se non l’avete ancora compreso, perché ci sono molte cose su cui potete focalizzarvi, andare dalla più vicina persona che ha imparato questo, oppure nel circolo dell’anima delle vostre persone, oppure potete partecipare a queste community call, oppure potete andare a fare un corso nel campo dell’abbondanza, in cui per quattro giorni non stop Preethaj vifa lavorare su questo stato e poi andate avanti altri 28 giorni di collegamento con noi per assicurarci che applicate tutto. Dovete capire che non è soltanto una cosa che si fa in un giorno e finisce tutto, questo è qualcosa che occorre coltivare nella vostra vita. Come se voi siete dovete far crescere i denti che è una cosa che vi piace potete mordere quello che vi piace, però dovete spazzolarli pulirli tutti i giorni. Vero?  Allo stesso modo PreethaJi ci ha dato un bellissimo esempio del cobra, del serpente, che ogni tanto deve cambiare la pelle, allo stesso modo è importante che anche noi facciamo sì da liberarci veramente dal nostro passato, e rinfrescarci ogni tanto, rinnovarci per entrare in questo stato di connessione. 

Nessuno può mai dire ho finito, sono arrivato, perché non c’è mai un sono arrivato, occorre andare avanti e avanti continuamente, magari uno si può dire ma cosa c’è di così importante oltre questo. Ma se non vi rinnovate ogni tanto, come potete fare delle esperienze nuove, quindi è molto importante di ogni altra cosa, che voi impariate e voi attuiate questo nella vostra vita.

Quindi facciamo ora una piccola preghiera insieme, mantenendo un’intenzione collettivamente che ciascuno di noi, possa cominciare a comprendere quanto è importante vivere in un bellissimo stato di connessione e inoltre manteniamo l’intenzione che voi facciate tutto ciò che occorre per renderlo una priorità nella vostra vita.

 Chiudete gli occhi e portate la vostra consapevolezza al centro del vostro cuore, inspirate ed espirate, sentite la presenza

Appoggiate i palmi delle mani sul cuore, mantenete un’intenzione, oppure una preghiera, che voi possiate far diventare una priorità, il fatto di imparare a vivere in un bellissimo stato di connessione ,in modo che ogni volta che voi scoprite che siete nella disconnessione, non c’è nulla di più importante di modificare questo, prima di tutto.

 Chiedete all’intelligenza Universale di aiutarvi ad andare nel posto in cui potete imparare e attuare questa cosa. Può essere un festival in India, può essere un campo dell’abbondanza, può essere un corso online, oppure può essere un posto, un corso nel vostro posto, una community call. 

Non mettete nessun tipo di limitazione lasciata alla sincronicità che avvenga

Quando cominciate a percepire a sentire questo, visualizzate voi stessi presente in uno qualunque di questi eventi e rendete la vostra vita più bella, molto connessa mentre la vedete più bella e connessa.

 Mentre cominciate a sentire la gioia di questo, molte altre cose cominceranno ad accadere.

 Fate un respiro profondo rilassate le mani, espirando e gentilmente aprite gli occhi.

 Allora prima di concludere la call, la prossima settimana, noi faremo un Power of Being una sessione di 90 minuti, in cui voi potete invitare amici, parenti o membri del circolo dell’anima a presenziare, quindi questa sarà incentrata sulla meditazione, il vostro potere dell’essere potrà essere sentito tramite insegnamenti, meditazione, tramite il connettersi all’intelligenza universale. Quindi prima del campo dell’abbondanza, che ci sarà a Stoccolma che sarà dal 31 ottobre al 3 novembre, faremo ancora tre Power of Being:

  •  il primo sarà la prossima settimana e questo si focalizzerà sulla pratica della meditazione;
  •  il prossimo invece sarà incentrato su quanto è importante imparare la saggezza;
  •  il terzo potere dell’essere riguarderà quanto è importante connettersi all’intelligenza universale.

 Quindi potete permettere al vostro essere di diventare più potente, utilizzando uno di questimo tutti e tre questi incontri. 

Quindi è una serie di tre, quindi potete invitare tutte le nuove persone, sconosciute chiunque che sia aperto a queste cose, quindi ci vediamo tutti al potere dell’essere, oppure se ci vediamo prima in altri eventi. 

Il 25 sarà il Power of Being e sarà di giorno, non di sera, quindi sarà un incontro di 90 minuti il 25 agosto nel pomeriggio e quindi cominciate ad organizzarvi. 

Ci vediamo tutti al Power of Being, invitate pure dei membri del circolo dell’anima, quindi ci sarà questo bellissimo processo e parleremo appunto della meditazione 

Namaste grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...