Community Call 16/06/2019

Relazioni – puntata 25

Parte 1
Parte 2

Namaste. Benvenuti  a questa community call Europea. Siamo molto felici di dare il benvenuto a tutti voi a questo incontro su Zoom della O&O Academy. L’Accademy è una scuola di filosofia e meditazione per la trasformazione della coscienza umana, questa scuola è nel sud dell’India e questa call di oggi vi viene fornita dal docente Kumarjie quindi diamo un calorosissimo benvenuti a tutti, alla call e anche al docente Kumarji.

Benvenuti. Namaste. Allora come state tutti voi?

È un po’ di tempo che non ci sentiamo, siamo stati a Los Angeles al Campo dell’Abbondanza e quindi vorrei cominciare con una condivisione di quello che è avvenuto a Los Angeles e poi dopo possiamo fare una domanda o due, se qualcuno vuole avere delle risposte, e poi andiamo all’insegnamento. un processo di meditazione. Ovviamente poi manterremo l’intenzione comune nel fare la Soul Synk e poi concluderemo alla fine di tutto questo la Call.

 Volevo aggiungere che oggi è l’ultima Call di 90 minuti, quindi dalla prossima settimana in avanti avremo un formato differente e la Call durerà 45 minuti. D’accordo? Quindi questa ribadisco che sarà l’ultima di 90 minuti.

Allora per cominciare lasciate che vi condivido qualcosa che è accaduto a Los Angeles nel Campo dell’Abbondanza.

 La cosa più importante di tutte è che dopo l’evento di Lindau, questo evento successivo che abbiamo fatto, quello a Lindau è stato estremamente potente e non solo questo, ma anche la partecipazione è stata molto buona e le persone hanno avuto delle trasformazioni fantastiche. Io so che qualcuno di voi ne ha fatto parte. 

A Los Angeles c’erano più di 200 persone e la maggior parte di loro erano del tutto nuove, non persone come voi che sono state continuamente in contatto con la O&O Academy e la visione ma praticamente i membri dei loro circoli dell’anima li hanno ispirati e quindi l’85% circa dei partecipanti era del tutto nuovi; c’erano molti uomini d’affari, imprenditori, operatrici e operatori sociali, molti anche giovani e c’erano anche parecchi uomini, è stata una bellissima combinazione di varie tipologie di partecipanti.

Ovviamente non posso fare a meno di dirvi come Preetaji ha condotto il corso e quindi ha fatto la introduzione e ha presentato i quattro segreti e poi li ha portati a fare questi viaggi della vita, cinque viaggi della vita, e ogni sera a partire dal secondo giorno Preetaji li ha portati a fare la meditazione del campo illimitato per risvegliare le varie dimensioni della coscienza.

Durante il secondo giorno sono stati risvegliati alla dimensione calma della coscienza e poi alla dimensione connessa della coscienza e infine sono stati nel quarto giorno risvegliati ai tre risvegli della coscienza, ai viaggi della vita e ai quattro sacri segreti.

Una signora che aveva il morbo di Parkinson, per lei c’è stata una esperienza trascendentale molto potente, in cui lei ha sentito che lei non è il corpo, è stata in grado di scoprire che è molto di più, molto oltre il suo corpo, e tutti suoi disagi fisici sono diventati un’esperienza diversa o un’esperienza trascendentale e c’è stato per lei un enorme cambiamento.

Poi ci sono stati uno o due giovani che si erano appena laureati alla scuola di business e volevano iniziare qualche nuova azienda e al Campo dell’Abbondanza hanno avuto un enorme investimento e hanno potuto iniziare questa start Up e quindi veramente abbiamo potuto testimoniare ancora una volta come il Campo dell’Abbondanza sia un corso davvero fenomenale, poiché la benedizione di partecipare o il privilegio, il modo in cui noi guardiamo il Campo dell’Abbondanza è qualcosa di molto molto differente perché dal momento che io già lo conosco, l’ho frequentato, alcune volte abbiamo potuto vedere come avviene la transizione delle persone nella loro coscienza e nella percezione e nella prospettiva riguardo al mondo, riguardo alla vita, nel giro di quattro giorni entrano in un modo ed escono come esseri umani completamente trasformati.

Questo quindi è stato un meraviglioso corso, un bellissimo Campo dell’Abbondanza a Los Angeles. Questa è la mia condivisione, poi se c’è qualcun altro che vuole condividere qualche cosa, lasciamo un po’ di spazio. Non dovete fare per forza una condivisione sul Campo dell’Vbbondanza, ma su qualunque cosa, qualsiasi argomento, una sincronicità su qualunque tema, non per forza sul Campo dell’Abbondanza.

CONDIVISIONI

 Io lavoro con un gruppo di artisti e sto cercando di avere una buona sintonia con queste persone. C’era una piccola divergenza tra due persone e le cose sono state complicate da queste due persone, da queste due donne appunto, e quindi ho avuto un po’ di difficoltà, c’è stato un momento appunto in cui ci sono state molte difficoltà, sull’aspetto finanziario e delle questioni di salute (a quanto pare di questa Brigitte che parla) e lei il giorno dopo mi ha chiamato e ha detto che non voleva più stare nel gruppo e che voleva porre fine. Ci sono state alcune divergenze, e ho potuto portare attenzione alle differenze fra queste due donne e il giorno successivo alla sera ho fatto la Soul Sync e ho pregato per loro e ho formulato questo desiderio, semplicemente ho messo questa intenzione che non perdessimo nel gruppo una persona così amorevole solo per una difficoltà che c’era stata. Quindi questa donna che così amichevole ma con tante difficoltà che non la perdessimo nel gruppo. Perciò ho fatto questa intenzione. Ho meditato, ho fatto una preghiera, la mattina dopo, sono stata molto felice di aver potuto trasformare qualcosa, ho fatto una Soul Sync e la mattina dopo, ho ricevuto un messaggio da questa persona e anche lei aveva chiesto, facendo la Soul Sync, di rimanere in questa comunità, in questo gruppo, ha chiesto di rimanere ed era molto contenta di stare in questo gruppo e adesso anche lei e la Brigitte sono tutte e due contente di stare in questo gruppo. 

Kumarji: Questa è una cosa molto carina da parte tua e di Brigitte che tu abbia fatto questa Soul Sync per loro, e sono felice che le cose siano andate per il meglio. 

Qualcun altro vuole condividere? Sembra che non ci siano più condivisioni.

DOMANDE

 Allora andiamo a vedere queste domande che sono arrivate, una è questa: ho una aspettativa di essere sempre capito dagli altri. Io penso che questo non potrà sempre realizzarsi, questa aspettativa, come farò a ricordarmi che questa è un’illusione del passato, della mente, nel momento in cui la mia reazione comincia ad arrivare? Grazie per la risposta. 

Kumarji: Ovviamente aspettare che gli altri capiscano, essere sempre capiti dagli altri, potrebbe essere una cosa che non si avvera, ma per questo ciò che dovete fare è stare in uno stato di consapevolezza. Se voi siete consapevoli e se avete anche chiarezza su gli insegnamenti di Krishnaj, che la vostra sofferenza emerge dal vostro pensiero ossessivo, centrato su voi stessi, non riguarda se gli altri vi hanno capito o non capiscono, non è da qui che arriva la sofferenza, non ha niente a che fare con gli altri; intanto per cominciare, voi soffrite poiché voi avete un processo di pensiero che va avanti nella vostra testa, un processo di pensiero che è talmente ossessivo e quindi non ne avete il controllo e tra parentesi tutto il processo ossessivo, per giunta riguarda solo voi stessi. Quindi questo pensiero ossessivo centrato su voi stessi non vi permette di focalizzarvi su null’altro, il che significa che siete un essere disconnesso. Quindi una volta che voi siete ossessivamente nel pensare a voi stessi, quando cominciate a disconnettervi da tutto e da tutti ovviamente vi porterete in uno stato limitante di alienazione e di sofferenza. Quindi ciò che dovete fare è portare attenzione, diventare consapevoli del fatto che voi soffrite a causa dell’emergere di questo pensiero centrato su se stessi e ossessivo e questo vi disconnette dalla vita. Le cose stanno così quindi fisicamente siete vivi però è come se foste morti. Quindi è utile portare l’attenzione a questa verità che riguarda voi stessi. Io non voglio dire che l’aspettativa sia sbagliata però se voi riuscite a portare attenzione alle vostre situazioni di vita alla luce di questi insegnamenti, mano mano che portate sempre più consapevolezza alle situazioni, alla luce di questo insegnamento, lentamente il vostro cervello comincerà a capire tutto quanto. 

La seconda domanda è questa: vi è un’altra Academy di business o un’altra azienda o qualunque cosa che porta in uno stato che fa quello che fa la O&O Academy? Quindi che porta in uno stato bello e non di sofferenza, non so se c’è qualcosa di simile. 

Kumarji: ci sono alcune organizzazioni, e una di queste organizzazioni, una volta che hanno imparato quest’insegnamento e una volta che hanno cominciato a imparare a vivere in un bello stato, hanno capito l’importanza del bellissimo stato e inoltre hanno posto questa visione spirituale per le loro organizzazione per assicurarsi che loro vogliono acquisire le cose partendo da un bellissimo stato e che tutti nella loro organizzazione pure stiano in un bello stato, quindi esistono alcune organizzazioni nel mondo, in particolare di persone che sono venute qua e stanno cercando di attuare di portare avanti dei risultati che sono molto considerevoli. Per esempio ce n’è una in Sudamerica, è un’azienda petrolifera ha circa 2000 impiegati e tutti questi 2000 impiegati fanno la soul Sync prima di iniziare a lavorare e hanno imparato gli insegnamenti di come trasformare il loro stato interiore. Quindi ogni dipartimento, ogni settore diciamo, prima era in competizione con gli altri settori con gli altri uffici, a un certo punto tutta l’organizzazione stava per crollare perché era tutta basata su stati di sofferenza ed era basata su stati limitanti di stress, quindi questo uomo è arrivato qua da noi e ha scoperto che lui è stata la radice o il fondamento di questo tipo di organizzazione tremenda che stava crollando. Una volta che lui ha scoperto queste cose e ha imparato come trasformare la sua coscienza e anche imparato come vivere in un bellissimo stato, è tornato a casa e ha fatto tutto il possibile, ha fatto tutti i cambiamenti necessari affinché le persone potessero portarsi in un bellissimo Stato e l’intera organizzazione ha cominciato a crescere e 10 volte meglio. Quindi vi sono alcune organizzazioni. Se tu vuoi fare anche tu la tua organizzazione in questo modo, puoi farlo, però prima di tutto devi imparare tu come vivere in un bellissimo stato, devi porre una visione spirituale per questa organizzazione e dopo è possibile.

 Penso che queste fossero le uniche due domande che ci sono state mandate ma se qualcuno ha una domanda la può fare noi vediamo in chat che c’è Anna B che dice ho una domanda.

Namastè a tutti. Per ora faccio la Soul Sync e funziona benissimo, tuttavia ho una lista di cose con cui chiedo alla Soul Sync e per ora ne ho fatto due o tre per giorno e il mio scopo è di farne 10 per giorno, ho una lista di circa nove cose, comunque la domanda è questa: per ogni Soul Sync, per ognuno dei cicli di 16 minuti, posso fare un’intenzione e se posso farne di più qual è il modo più efficace? Lavoro un po’ con l’intuizione quindi vorrei una tua risposta.

Kumarji: Allora la Soul Sync se tu la fai in maniera concisa richiede 10 minuti, perché quella di 16 è quella con tutte le spiegazioni, tu la puoi accorciare a 10, c’è un’altra versione, e puoi usare solo la musica e conoscendo già i passaggi, puoi passare da un passaggio all’altro e già puoi risparmiare alcuni minuti, ottimizzando i tempi. Passando alla parte delle intenzioni quando tu fai la Soul Sync una sola volta è buono che tu mantenga una sola intenzione, le intenzioni multiple non funzionano, d’accordo. Va bene se tu vuoi fare tre volte va benissimo, perché ciò che accade è che quando tu fai la meditazione Soul SynKc ha una base scientifica, molto forte, nel quinto passaggio quando la tua coscienza si porta nella coscienza illimitata o nella vastità della  illimitatezza, in questo stato tu mantenendo un intenzione, l’intero universo, quindi la tua coscienza sta comunicando con l’intero universo, dicendo che tu sei in un bellissimo stato di espansione e tu vuoi un aiuto, quindi  l’intero universo arriverà con dei molteplici scenari per realizzare la tua intenzione. Ok?  Questa è una cosa. Nonostante nella nostra mente noi possiamo avere 5, 10 o 20 differenti cose nella nostra lista, sono tutte molto connesse l’una con l’altra in realtà, quindi se una o 2 cose accadano, è un po’ come una reazione nucleare in senso buono che automaticamente attiva tutto il resto, delle altre che vengono risolte. Questa è una cosa bellissima. Quindi non devi preoccuparti troppo, non riesco a farla 20 volte su ognuna ci faccio un’intenzione se tu fai due o tre, le tre cose più importanti, quando queste accadono, attiveranno e faranno scatenare anche le altre, quindi questa è un’osservazione che abbiamo visto molto di frequente. Se tu cominci ad avere delle sincronicità che avvengono in un aspetto della tua vita, in modo naturale faranno attivare le sincronicità anche in altri aspetti della tua vita, perché tu hai imparato a comunicare con l’universo partendo da un bellissimo stato, quindi il tuo stato interiore è davvero importante. Da quello stato accadranno tantissime cose meravigliose.

Ci sono altre domande?

Qual è il momento migliore di fare la meditazione?

Kumarji: Intendi la Soul Sync? Per la Soul Sync, il momento migliore è la mattina. Per la Serene Mind invece ogni volta che siete disturbati, potete farla. A volte le persone fanno la Soul Sync quando si svegliano e la fanno anche prima di andare a letto, due volte, va benissimo anche così. È abbastanza soggettivo ciascuno può verificare il momento migliore. 

Venendo alla parte degli insegnamenti, prima degli insegnamenti sintonizziamo per qualche momento i nostri cervelli e quindi manteniamo la schiena dritta e chiudiamo gli occhi e portiamo consapevolezza al respiro, facciamo alcuni respiri consapevoli quando dico respiri consapevole intendo che sia l’ispirazione che l’espirazione avvengono dal naso, ogni ispirazione dovrebbe riempire pienamente i polmoni e inoltre la espirazione dovrebbe essere più lunga della inspirazione e tutto questo ovviamente lo farete con totale presenza a tutto il processo.

Quindi cominciamo a fare sette respiri consapevoli. 

Da questo stato della mente serena ora andiamo ad ascoltare una di queste intuizioni potenti che ci viene data da Preethaji.  

Continuate a tenere chiusi gli occhi e prestate attenzione a questo che vi viene comunicato.

 Le relazioni diventano gioiose quando noi arriviamo alla scena davanti e la proiezione viene tenuta sul retroscena. Ripeto: le relazioni diventano gioiose quando noi arriviamo alla ribalta e le nostre proiezioni risiedono sullo sfondo, sul retroscena. Lo dico ancora una volta: le relazioni diventano gioiose quando noi usciamo alla ribalta e le nostre proiezioni recedono, retrocedono nel retroscena. Prendetevi qualche momento per riflettere, per rimanere in questa intuizione.

Continuate ad ascoltare, mantenendo chiusi gli occhi. Che cosa significa connettersi o essere connessi? Perché a volte le relazioni più amorevoli possono trasformarsi nelle relazioni più dolorose?

Vedete, la verità è che tutti noi vogliamo connetterci, tuttavia temiamo di essere feriti; tutti vogliamo l’amore la gioia nelle relazioni e tuttavia temiamo la dipendenza; è possibile avere amore e libertà in una relazione? Spesso ci impegniamo in queste domande perché spesso, quando vogliamo connetterci con qualcuno, ciò che avviene nelle nostre relazioni è che le troviamo molto vincolanti e a quel punto sono molto deludenti e dolorose, e quindi arriviamo spesso con questa domanda: ma sarà proprio possibile avere amore e libertà nelle relazioni?

Quindi diciamo che voi dite buongiorno al tavolo della colazione al vostro partner e non sentite una risposta da lui o da lei, allora questo semplicissimo esempio può causare un fastidio interiore significativo, perché voi lo percepite come un ritirare l’amore da parte dell’altro quindi questa percezione dà origine a un dolore e questo dà origine al giudizio e quel giudizio diventa l’immagine che voi mantenete dell’altra persona. Una volta che voi avete un’immagine dell’altra persona, ora non siete voi, ma c’è solo una proiezione là sulla ribalta; una volta che c’è questa immagine dell’altra persona, voi reagirete alla immagine che avete nella testa e non alla persona effettiva che sta di fronte a voi.

Quindi ogni volta che voi venite presi da questa immagine nella ribalta, qualunque immagine abbiate costruito dell’altra persona nella relazione non vi permetterà di connettervi con l’altra persona; e non soltanto questo, non soltanto non riuscite a connettervi, ma vi frenerà dal fare un’esperienza diretta dell’altra persona. Quindi, fintanto che uno è impegnato con la proiezione, più o meno è come se voi foste imprigionati nel vostro sé limitato, e questo sé limitato vi trattenesse dal percepire e connettervi con l’altra persona, sia che abbia gioia o sofferenza; in altre parole: sei diventato una persona disconnessa.

Nel momento in cui prende il sopravvento la proiezione e voi siete ritirati, dovete capire che non siete più un essere umano connesso, ma siete un essere umano disconnesso. Quindi fintanto che qualcuno si relaziona da delle immagini preconfezionate, molto spesso questo vi porterà frustrazione, indifferenza e risentimento; e non soltanto questo, ma perpetuerà un circolo vizioso di emozioni distruttive e convulsive e anche di azioni impulsive e distruttive, e il dolore vi renderà ciechi e vi farà vedere soltanto ciò che voi vorrete vedere.

Quindi, nel momento in cui avete questo dolore, non volete vedere tutto ciò che c’è lì, volete vedere solo ciò che è conveniente per voi, per mantenere vivo questo dolore.

Ma se voi riuscite a portare consapevolezza a tutte queste proiezioni, allora questo vi darà la libertà di rispondere nel momento, vi permetterà di vedere, sentire e percepire ogni cosa, o vi farà percepire l’altra esperienza per come lui o lei è.

Ma ora se voi partite solo dalla vostra proiezione dell’altra persona, questo distorcerà comunque la realtà e in particolare la distorcerà dandole la forma che voi avete creato di questa persona.

Ciò che accade è che la stessa esperienza di augurare buongiorno all’altra persona potrebbe essere veramente qualche cosa di non calorosa, ma potrebbe accadere che quando voi dite buongiorno, se siete totalmente presenti all’altra persona, può essere veramente una nuova esperienza sia per chi la dice, sia per chi l’ascolta.

Quindi se voi veramente volete connettervi con le persone, la proiezione deve retrocedere, e voi occorre che andiate sulla ribalta, deve essere portante la persona e non l’immagine. Ciò che accade in quel momento è importante e la libertà può arrivare solo in quel momento, fintanto che noi siamo legati soltanto al passato manteniamo una proiezione, fintanto che vogliamo vedere le cose solo dall’immagine che abbiamo di quella persona che è molto molto limitato questo modo di percepire, allora questo vi porterà solo alla frustrazione e vi porterà alla delusione al dolore al giudizio e ci renderà completamente disconnessi con l’altra persona. È chiaro per tutti voi? Allora vogliamo andare ora a fare il processo? Quindi possiamo continuare a tenere gli occhi chiusi. 

Sedetevi in una posizione confortevole. Chiudete gli occhi.

Inspirate dal naso ed espirate dalla bocca, ma fatelo con una consapevolezza totale in questo modo. Con totale consapevolezza, Inspirate dal naso ed espirate dalla bocca.

Ora passate a una respirazione normale e portate un qualunque episodio che vi è accaduto recentemente in una qualunque delle vostre relazioni. 

Qual è la storia che continuate a raccontare a voi stessi dell’altro. 

Quali conclusioni tu immagini ha trovato la vostra che vanno a interferire con ciò che accade attualmente nella relazione e quindi quali sono le immagini che presenti in mezzo al vostro relazionarvi a questa persona. 

Ora mettete da parte queste immagini e mettete nel vostro cuore l’altra persona, percepite l’altra persona e cominciate ad abbracciarla.

 Sentitevi come se stesse guardando negli occhi dell’altra persona e ditegli adesso vedo la tua bellezza ti voglio bene ti amo così come sei.

Sì grato all’altra per essere nella vostra vita. Fate un respiro profondo e ora dolcemente riaprite gli occhi.

Allora prima di procedere nel fare la pratica Soul Sync, come voi tutti sapete, l’anno scorso abbiamo fatto qualcosa che si chiama festival di EKAM della pace mondiale, in cui ci sono stati più di 70 mila Peace maker in tutto il mondo, 17.000 scusate. Per noi la pace non è un attivismo, la pace è uno stato interiore, ciascuno deve prendersi la responsabilità di portarsi in uno stato di pace, e chiunque si porta in uno stato di pace viene chiamato Peace Maker di EKAM, portatore o portatrice di pace. Quindi l’anno scorso ci sono stati appunto moltissimi punti di pace, creatori di pace, e per 11 giorni, tutti giorni alla sera, abbiamo mandato dal vivo la trasmissione, con molte migliaia di persone che hanno partecipato, abbiamo raggiunto quasi 1 milione di persone, che si sono portati in uno stato di pace, il che ha avuto un enorme impatto. Questo anno c’è di nuovo il festival della pace e sarà dal 12 al 22 settembre.

Andiamo ora ad ascoltare Krishnaj e Preetajiche ci parlano di questo festival della pace del 2019.

Namastè. Il festival di EKAM della pace mondiale è un movimento nella coscienza umana verso la pace. Non è attivismo. Il festival della pace mondiale di EKAM non sono persone arrabbiate che vanno per le strade e protestano per avere la pace. Sono più di 8000 Peace maker da ogni nazione nel mondo che alimentano uno stato di pace nella loro coscienza, hanno scelto di essere degli strumenti nella pace mondiale, contribuendo alla meditazione per sollevare la coscienza umana.

Anche tu puoi essere un portatore di pace e diventare parte di questa nobile visione. Se tu ed io vogliamo la pace, non possiamo alzarci le maniche e trasformare la società, non potete trasformare la società e sperare che i cittadini diventino pacifici come conseguenza. Non è mai accaduto in questo modo. La pace comincia da te, la pace comincia dall’interno di te, tu diventi il centro di questa forza, di questo potere, quando ti risvegli alla pace come un dato di fatto nella tua coscienza, non come un’ideale, ma con una coscienza vivente vivida. Se tu vivi da una coscienza di pace, tu avrai il potere la forza di guarire i tuoi genitori, il tuo partner. Se tu vivi in uno stato di pace, potrai crescere dei bambini pacificamente, creerai una cultura di pace per i tuoi figli, i tuoi nipoti ed anche per i pronipoti. Se un gruppo di individui si risveglia alla pace insieme voi potete creare abbastanza inerzia per spingere tutta l’organizzazione alla pace la vostra organizzazione. Se 1 milione di individui si risvegliano alla pace, collettivamente possiamo guidare la coscienza collettiva allontanandosi dal conflitto verso la pace e questo può essere un risveglio collettivo e questa è la missione del festival della pace mondiale di EKAM. 8000 punti di pace in tutto il mondo diventeranno delle Oasy di pace in questi punti della pace energetica il Peace maker si riuniranno giorno dopo giorno, per 11 giorni. Durante il festival della pace ci saranno delle potenti meditazioni di pace trasmesse in diretta da EKAM.  Centinaia di migliaia di persone di Peace maker faranno esperienza di una grande stato di risveglio alla pace. L’anno scorso quasi 1 milione di persone hanno meditato per la pace nella coscienza umana durante EKAM sono arrivate da più di 100 nazioni, per molti di loro è stato il primo a risvegliarsi all’importanza della pace, per molti di loro è stata la prima e principale esperienza di uno stato di pace. Le ondate di questo risveglio continuano a fluire e a essere percepite nelle famiglie, nelle organizzazioni e nelle comunità, ancora oggi. La festività della pace è cominciata ancora una volta, quest’anno probabilmente raggiungeremo i 2 milioni di persone e contribuendo alla pace mondiale impattando le vite di decine di migliaia di persone verso grande pace e grande amore. Con questo festival della pace mondiale togliamo dalla ingiustizia e dal pregiudizio. Portiamo l’umanità verso la dignità e il rispetto per tutta la vita. Uniamo i nostri cuori nella pace per oggi e per domani e per tutti momenti.

 Dal 12 al 22 settembre il festival della pace mondiale, ci si può iscrivere. 

Allora spero che tutti abbiano capito. Da parte vostra non ci vuole nulla. Bastano due minuti di tempo, basta loggarsi e diventare oggi portatore di pace; subito dopo questa call potete farlo e se voi siete veramente appassionati e volete tenere un punto di pace mondiale anche questo non è che richieda molto tempo. In questi giorni, tutto ciò che occorre fare, in particolare nell’ultimo giorno, è quello di radunare 23 persone nel vostro posto insieme potete partecipare a questa meditazione della pace che verrà trasmessa in diretta da EKAM quindi è una cosa molto molto semplice e il vostro piccolo contributo di portarvi in uno stato di pace può impattare molte persone intorno a voi quindi facciamolo veramente e inoltre possiamo mantenere questa intenzione che quest’anno noi possiamo ad andare ad impattare 2 milioni di persone e delle loro vite portandoli in uno stato di pace e avere 8000 punti energetici sul pianeta. Allora vogliamo mantenere questa intenzione portarci a fare la pratica della Soul Sync?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...