Community Call 24/03/2019

Relazioni – puntata 14

Condivisioni:

Io avevo un problema con i miei genitori e nel momento in cui ho lasciato andare ho sentito una grandissima liberazione e contemporaneamente sono stata in grado di vedere i miei figli più contenti e felici. Noi abbiamo avuto molti problemi e molta rabbia, uno stato di separazione, abbiamo avuto problemi economici e per me è stato molto difficile capire cosa stia succedendo alle nostre finanze. Io sono molto grata dell’aiuto, quello che ricevo online. Sono stata al Festival dell’illuminazione e ho fatto esperienza della trasformazione. Ho tanti problemi ma continuo a fare la sadhana ricevuta al Festival e vedo che mi sto curando.

Kumarji:

Una persona che si chiama Nina è online? Ci sono due Nine online. La Nina che ha condiviso, vuole condividere in prima persona? Allora niente, leggo. Lei ha scritto: sono molto dispiaciuta di non aver condiviso le mie intuizioni che ho avuto da ottobre. Sono cambiate molte cose, ma a volte a me ci vuole un po’ di tempo per capire. Vorrei capire se da ottobre, sono io che sono cieca e non vedo o veramente mi mancano le sincronicità? Adesso però so anche che sto molto meglio rispetto a come stavo un anno fa. Riflettendo sul perdono ieri sera ho visto chiaramente che c’è qualcosa dentro di me che vuole sempre avere ragione e che critica. Io voglio essere vista come una persona corretta e buona e questo programma in me è molto forte. ‘Perdono della famiglia’, normalmente io avrei detto“io amo molto mio fratello e mia sorella”, ma ci sono dei problemi, una sorta di competizione tra di noi per dimostrare chi è migliore, più veloce, più intelligente, chi ha ragione e nelle discussioni questi programmi vengono fuori, si vedono e ci feriamo a vicenda. Ieri pomeriggio ho avuto una situazione con mia sorella, io sono stata molto arrabbiata per il suo comportamento e volevo litigare, volevo dimostrarle che lei aveva sbagliato, ma ho fatto la meditazione di Preethaji e oggi ho incontrato mia sorella ed è stata molto utile la meditazione che ho fatto. La seconda cosa della quale voglio parlare è il ‘Perdono degli amici’. Io ho perso mio marito e un anno dopo ho avuto un cancro al seno. Mio marito è andato con un’altra e io molto spesso mi ritrovo a pensare che oggi sto molto meglio, invece ci sono dei momenti in cui ho odio e rancore nei confronti di questa altra donna e non riesco a lasciare andare. Io apprezzo molto gli insegnamenti di zoom, ma chiedo a Kumarji di pregare perché vorrei frequentare un corso.

Greta dalla Germania? Si Greta c’è oggi. Greta vuoi condividere direttamente la tua esperienza? Probabilmente è nella stanza di traduzione dei tedeschi. Janet la vede nel gruppo dei tedeschi ma lei non può parlare, quindi di nuovo Kumarji ci legge la sua esperienza. 5 anni fa ho lasciato mio marito dopo 20 anni di matrimonio, io volevo chiarire tutto, risolvere tutto. Noi siamo in un processo, mio marito ha un’altra donna, lui adesso è tutto per la relazione con questa nuova donna che si è sposato e vuole che io stia a posto con questa relazione. Ha lasciato tutto agli avvocati e io però non posso pagare le tasse dell’avvocato per cui mi devo difendere da sola. Lui non mi parla. Come posso risolvere questa situazione? Come posso aiutare lui e aiutare me? Perché questa cosa mi sta prosciugando le finanze e perdo i soldi per poter andare in India. Mio figlio sta con il padre e non riesco a vederlo. Come posso fare a creare amore, abbondanza, amicizia in questa situazione? Rispondiamo a questa prima domanda. Great quello che devi osservare è che, se qualcuno vuole una trasformazione, il cammino più veloce e più sicuro è la verità

interiore. La verità non è essere onesti, la verità non è essere confessionali, la verità non è analizzare e categorizzare le persone, la verità sta dentro di te. Tutto riguardo a te, se tu non guardi la tua verità, ma guardi la verità di tuo marito non va bene. Vedi la sua ferita, il suo problema ma il problema è: tu non avrai nessuna trasformazione fintanto che non guardi la tua verità interiore, se tu puoi vedere questo, tutto si calmerà e se ti muovi in uno stato bellissimo, saprai come rispondere. Quindi la chiave è tu chiedi perché, perché, perché, tu vuoi abbondanza, amore, vuoi vivere in uno stato bellissimo. Muoversi in uno stato bellissimo prima di tutto deve partire dal fatto che devi sapere che non sei in uno stato bellissimo, vedere la tua sofferenza, portare l’attenzione alla tua verità, allora a quel punto avrai la trasformazione, avrai il cambiamento dalla Coscienza dell’io, alla Coscienza dell’Uno. Great. Bellissima risposta.

Silvana, la prossima condivisione, sei nella chiamata? Silvana, tu che hai fatto la condivisione vuoi parlare? Non può parlare ora, quindi legge Kumarji.
Silvana ha scritto: per me perdonare è diventato facile, io ho capito che il non perdonare mi avvelena, che mi rende un prigioniero, il fatto di vedere che sto accusando gli altri, e ha risolto. La chiave dell’insegnamento è: stare attaccato al non perdono ti danneggia, non ti aiuta, se tu scegli di perdonare, se lasci andare la tua ferita allora è questo che ti rende la libertà. Chi decide di essere libero non è sconfitto, non si sente sconfitto. Ogni persona saggia opta per la libertà e fa in modo che il perdono avvenga e Silvana ha avuto un’esperienza di perdono molto importante.

Allora facciamo un’altra domanda? Non ci sono molte domande. Qualcuno vuole fare una domanda? Janet ha una domanda, è di una amica, lei è una rifugiata, è qui, ha incominciato a fare esperienza di perdono ma, come fa a perdonare quello che sta succedendo adesso alle persone invece che sono ancora lì? se lo chiede lei e allora Janet porta questa domanda a Kumarji.

Kumarji: come fa a perdonare qualcosa che ancora non è terminato? Che cosa può fare su questo? È come stare di fronte a un muro e voler passare attraverso, devi stare davanti alla porta per poter passare attraverso. La compassione, quando siamo feriti da una situazione, tu ti stai torcendo, se tu ti puoi muovere in uno stato bellissimo di connessione e uscire dalla tua paura e sentirti connessa allora sarai in grado di poter sentire la sofferenza delle persone, allora potrai muoverti ad azione, altrimenti se tu vuoi fare qualcosa per una situazione esteriore, senza fare questo passaggio, è semplicemente un concetto di compassione, non è veramente sentire compassione per qualcuno. Se tu vuoi provare vera compassione per qualcuno devi andare nello stato bellissimo e, dallo Stato dell’Unità, allora puoi sentire la sofferenza della persona, ti puoi connettere al tuo dolore simile, puoi avere chiaro come tu hai risolto quel dolore e allora puoi muoverti nell’azione per portare fuori dalla sofferenza quella persona. Solo attraverso la compassione che non è però il concetto di compassione. La vera compassione è quella che ti porta all’azione, è quella che non ti lascia in silenzio. La maggior parte delle persone, quella che chiamano compassione, in realtà è solo un concetto ideale che loro cercano di imitare e usano questo come scusa per non lasciare andare il loro stato interiore di sofferenza, quindi rimangono attaccati a questo stato di sofferenza interiore invece di lasciarlo andare e muoversi in uno stato bellissimo. Fintanto che sei in uno stato di sofferenza, non puoi fare nulla, non puoi fare l’azione giusta. Se tu spendi il tuo tempo nella sofferenza è come se tu stessi sprecando il tuo tempo. La sofferenza è stupida. La sofferenza non ti porta da nessuna parte, ti danneggia e basta. Tu dovresti diventare diciamo intollerante a ogni forma di sofferenza che si attiva dentro di te, dovresti fare la meditazione della Mente Serena, la Soul Sync (la meditazione della Sincronizzazione della Grande Anima), dovresti immediatamente dare una priorità per uscire dalla sofferenza. Quindi tu devi fare una priorità nel momento che si affaccia la sofferenza dentro di te e in modo più veloce, ritorni allo stato bellissimo. Nel momento in cui tu vedi questo, tu capisci quanto è importante per ciascuno imparare a vivere in uno stato bellissimo. Se vedi quanto è importante imparare a vivere in uno stato bellissimo, allora cominci a sentire questo senso di urgenza, perché non c’è più scusa “come devo fare per fare questo, questo problema”, non stai vedendo quanto è importante per te vivere in uno stato bellissimo. Quindi Janet e tutti quelli che hanno un problema simile “come posso perdonare qualcosa che sta avvenendo” “come posso perdonare la violenza che sta accadendo”, non dovete essere inattivi ma voi vi state incartando e state in un concetto. Dovete invece fare un’azione che nasce dallo stato bellissimo perché se fate un’azione che non nasce da uno stato bellissimo, è inutile, non è utile. È molto importante, molto importante che ciascuno di noi faccia come priorità il fatto di vivere in uno stato bellissimo. Imparate a ritornare più velocemente in uno stato bellissimo, in modo che possiate imparare a vivere nello stato bellissimo. Dobbiamo avere questo senso di urgenza perché facciamo questo, dobbiamo vivere in questo stato bellissimo.

L’Organizzazione Mondiale ha rilasciato un documento, la più grande malattia che avverrà è la depressione. Molte persone sono nello stato di depressione e non si ferma lì e questa cosa farà un imprinting sul DNA che si porteranno le generazioni future. A questo punto qualsiasi bambino, in qualsiasi momento della sua vita è destinato a incontrare la depressione, per i suoi geni. Per 28 generazioni. Io non penso che questo pianeta possa sopravvivere in questo stato di depressione, ecco perché c’è questo stato di urgenza a starenello stato bellissimo, dobbiamo imparare come stare in uno stato bellissimo, come trasformarci. È chiaro?

Retro image of happy cheerful carefree kid in nature

Ora andiamo all’insegnamento di oggi.
Partendo da oggi per le prossime 4 settimane, guarderemo le relazioni, ma noi osserveremo come possiamo sistemare queste Relazioni come viaggio della vita
Cerchiamo di vedere un barlume di questa cosa in modo che possiamo capire un accenno di quello che si fa nel FOA, cerchiamo di capire che cos’è questo FOA e poi affronteremo l’argomento di oggi.
Ci saranno quattro parti che affronteremo in queste prossime quattro settimane.
Ci stiamo avvicinando al FOA e quindi ci prepariamo per andare al FOA. Vediamo un video di Preethaji.

Preethaji:
Il FOA (Il Campo dell’Abbondanza) è un incremento nella coscienza, mi seguirete in 4 giorni di esperienza spirituale.
Il FOA è una immersione potente in uno stato bellissimo della coscienza. In questo corso vi porto ad avere grandi intuizioni interiori, nelle quattro principali aree della vita che sono:l’amore per sé stessi, le relazioni intime, essere genitori e creare abbondanza. Tu scoprirai soluzioni spirituali per affrontare le sfide della vita. Non è un’educazione, una strategia, non è psicologia, è un risveglio al potere ultimo, il potere dello Stato espanso della coscienza. In questo viaggio vi condurrò attraverso tre stati bellissimi della coscienza: il primo aspetto dello stato bellissimo è la coscienza calma. Perché è importante che questo cresca in te e abbia un impatto in te, molte persone hanno questa esperienza diclaustrofobia dentro, avete una folla nella vostra mente, la vostra vita è stagnante, la sensazione di fallimento. Quando vi svegliate allo stato bellissimo della coscienza calma fate invece esperienza di spazi immensi dentro di voi, vi sale una calma di poter creare un grande destino. Nel mondo esteriore quando voi vi svegliata a questa coscienza calma, voi non vi girate più a guardare indietro, è come l’oceano che fluisce, tutto diventa automatico, vuoi create uno stato bello, di serenità, questa è una cosa che va oltre le parole. È una cosa che accade quando fate la meditazione del campo illimitato con me. È una cosa che vi accade, voi vi risvegliate a questo stato di calma, voi amate la vita e celebrate la vita, i vostri conflitti interiori si dissolvono e per la prima volta vi risvegliate allo stato di accettazione. La seconda è la coscienza collettiva e ha due frutti: diventate un mentore e una persona amorevole, di grande cuore. Non è inusuale volere un compagno. Tutti abbiamo bisogno di una persona alla presenza della quale possiamo essere vulnerabili. Tutti agonizziamo questo amore. Questo accade non perché tu condividi passioni o cose ma perché condividete un momento di risveglio in questo momento, vivete in uno stato di amore. Se non state in questo stato come pensate di poter incontrare questa persona? In questo FOA risveglieremo questo stato, se non siamo risvegliati in questo stato anche la persona giusta può diventare sbagliata per noi. La terza è un genitore risvegliato, per diventare un genitore risvegliato, per creare un nuovo futuro, una nuova terra, non solo in senso genitoriale, ma anche come leader, come genitore tu puoi plasmare questo marmo per farlo diventare qualunque cosa, puoi plasmare tuo figlio, può diventare questa scultura, può diventare un capolavoro che sarà la tua creazione o puoi essere un leader che può nutrire il suo tempo e questo deve essere praticato da tutti. Questi sono gli insegnamenti che verranno dati, non è qualcosa che voi potete leggere su un libro. Non è che tutti i bambini sono uguali, vostro figlio è speciale, è unico, come anche ogni organizzazione, ogni team è unico e per avere a che fare con i vostri figli, con la vostra organizzazione, non basta un manuale. In questo modo sarà più facile avere a che fare con i vostri figli o con la vostra organizzazione. Io vi porterò in uno stato dove le cose accadono, magiche. Voi creerete prima di tutto, voi renderete i vostri figli o il vostro team felici, voi li nutrirete, li trasformerete. E il quarto aspetto è il creatore cosciente di Abbondanza. Vi condurrò in un viaggio di tre livelli, ogni livello sarà una purificazione successiva che aprirà porte verso situazioni di grande auspicio. Ci saranno intuizioni e grande crescita spirituale, processi dove potrete purificare i vostri squilibri nella creazione dell’Abbondanza. Quando la vostra coscienza è pulita, a quel punto vi porterò nella meditazione del Campo Illimitato per diventare creatore cosciente.
Ora vi faccio una domanda, il vostro cuore deve rispondere: questo viaggio vale la pena se il frutto è quello di guarire una ferita del vostro passato? Farete questo viaggio? Varrebbe la pena il viaggio se puoi rendere la vita di tuo figlio felice? E varrebbe la pena fare questo viaggio se tu scopri qual è veramente, cos’è veramente l’amore? Varrebbe la pena se l’unico dono che tu porterai a casa sarà la dissoluzione di tutti gli ostacoli verso l’Abbondanza dai livelli più profondi della tua coscienza? Allora ci vediamo al FOA.
Il FOA è garantito che sarà un viaggio indimenticabile di meditazioni, di intuizioni, un viaggio spirituale.

Kumarji: Quindi adesso analizziamo quello che ha detto Preethaji. Cosa avete capito di questo FOA? Il FOA coinvolge quattro sacri segreti, 5 Viaggi. 4 segreti abbiamo detto e 3 risvegli: 5,4,3.
Quindi i quattro segreti non ve li posso rivelare, ma sarà una vera svolta per la vostra vita che sarà completamente diverso. Preethaji ha parlato del viaggio della vita, per diventare coscienti bisogna guarire le ferite del vostro bambino, guarirlo per renderlo un bambino felice. Il viaggio è anche per la delusione per il partner. Il terzo è il genitore, la quarta è il risveglio della presenza dentro di voi, un viaggio che ti porta la creatività che ti porta all’abbondanza nella tua vita. Questo è quello che avrai nel FOA. Voi sarete risvegliati alla coscienza collettiva, una coscienza tridimensionale che sarà risvegliata dentro di voi. Ricordatevi che l’Abbondanza non è solo i soldi, la bellezza, la conoscenza, il successo, tutte sono forme dell’Abbondanza. In altre parole, quando voi fate 5 viaggi e scoprite 4 segreti, voi sarete una coscienza che è in grado di creare un campo intorno a voi in modo che tutto quello che è intorno a voi fluisce, ecco cosa succede quando andate al FOA. Adesso vedremo il primo viaggio della vita.

Ogni volta che pensiamo alle relazioni cerchiamo di capire qual è la relazione che noi abbiamo con noi stessi. Per molti di noi, qual è il tipo di relazione che abbiamo con noi stessi? Come ci relazioniamo a noi stessi? siamo buoni con noi stessi, siamo compassionevoli con noi stessi? O noi costantemente siamo nemici di noi stessi? Ci combattiamo. Quanti di voi possono dire che la maggior parte delle volte voi siete i vostri nemici? Questa è la posizione, di molti di noi. Noi ci dobbiamo chiedere qual è la nostra relazione con noi. Ci sono delle persone che non amano il proprio corpo, che non amano le emozioni che loro provano, che non amano avere l’attenzione perché hanno paura. Non abbiamo una connessione perché noi siamo così tanto intrappolati nella coscienza dell’io, siamo così ossessionati in questo pensiero ossessivo su di noi “Me, me, me”. Se qualcuno spende tutta questa energia, naturalmente è una persona disconnessa. Chi è in uno stato disconnesso è in uno stato di sofferenza. Quello che succede in tutti di noi, quando noi siamo piccoli noi ci sentiamo connessi con tutto, a mano a mano che cresciamo, magari abbiamo attraversato delle situazioni nella vita dove siamo stati feriti, magari da una persona o da una situazione, e questa ferita si è formata e non si è rimarginata, non è guarita e fintanto che la ferita è lì, tu sarai stagnante e la ferita non si cura mai, quindi il primo viaggio che devi fare è guarire tutte queste ferite. Fintanto che queste ferite di bambino stanno lì spunteranno fuori a ogni sfida, quando tu guarisci queste ferite allora il bambino interiore dentro di te è felice, viene fuori, allora a quel punto tu sei in grado di affrontare la vita. Tu sarai in grado di fare questo viaggio dove il tuo bambino interiore verrà guarito. Questo è il primo viaggio. Quindi la pratica per questa settimana, ma faremo il processo, la domanda che dovete rispondere è: qual è la vostra relazione con voi stessi?

Processo, pratica della settimana:

Adesso facciamo una piccola pratica: tenete la spina dorsale dritta, portate la vostra attenzione al respiro, inspirate dal naso ed espirata dalla bocca, fate 7 respiri coscienti….adesso gentilmente portate l’attenzione alla vostra vita e fatevi questa domanda: Qual è la mia relazione con me stesso o me stessa? Portate lì la vostra attenzione ogni volta che voi avete una sfida. Guardate come voi rispondete dal vostro stato di sofferenza. Ora portate la vostra attenzione agli eventi della vostra vita, dove la vostra risposta è avvenuta dalla ferita da quel bambino ferito e avete dato una risposta disfunzionale. Allora portate entrambi i palmi al vostro cuore, sentite la presenza, sentite la presenza del Divino, dell’intelligenza Universale. Adesso che siete connessi con la presenza chiedete aiuto, chiedete aiuto, chiedete aiuto che il bambino ferito sia guarito che le ferite di quel bambino siano guarite e che il gioioso bambino dentro di voi possa emergere. Ora visualizzate come la vostra vita sarebbe se riusciste a rispondere alle sfide della vita dal vostro bambino felice. Come ogni sfida che vi si presenterà si trasformerà in una meravigliosa opportunità, come ogni sfida può essere risolta da uno stato bellissimo, quante sincronicità accadranno? E come la vita

page5image20904960
page5image20905728
page5image20896704
page5image20889984
page5image20896320
page5image20893056

sarà bellissima, si trasformerà in un bellissimo viaggio. Sentite la gioia, sentite la connessione con la felicità.
Esprimete gratitudine universale, esprimete gratitudine per la vostra vita, esprimete gratitudine per tutti quanti nella vostra vita. Prendete un profondo respiro, mentre espirate rilassate le mani, un ulteriore respiro profondo e mentre espirate portate un sorriso sul vostro volto, un ultimo respiro, mentre espirate, lentamente, aprite gli occhi.

Spero che per tutti voi sia chiaro quanto è importante affrontare la vita con il bambino interiore felice, con le sue ferite guarite. Questo bambino ferito continua a vivere lì, se non risolviamo queste ferite, non saremo in grado di fare il cambiamento. Quando questo bambino è guarito allora anche voi sarete guariti e potrete aiutare gli altri. Altrimenti sarete sempre concentrati su voi stessi e completamente disconnessi dagli altri e infelici. Quindi, per vostra informazione se avete il tempo e le risorse è bene che fate il FOA oppure se conoscete qualcuno che ci può andare date le corrette informazioni in modo che ci possano andare al FOA perché in questo modo voi ne sarete comunque influenzati, quindi se potete andare andate, altrimenti cercate di aiutare qualcuno ad andare perché questo avrà un effetto su di voi, è chiaro per voi questo?
Ora facciamo una Soul Sync con un intento comune. L’intento comune è che ciascuno di noi, tutti quelli che sono presenti qui, possano guarire il suo bambino interiore ferito, questo è l’intento per questa Soul Sync.
Tenete la spina dorsale dritta e chiudete gli occhi……
Lentamente aprite gli occhi.

Conclusione e saluti:

Grazie per essere venuti a questa chiamata zoom. La pratica da fare è riflettere sulla vostra vita, e come voi abbracciate tutte le sfide della vita da uno stato di sofferenza che si fonda sulle ferite di questo bambino interiore. Realizzare quanto sia importante vivere in uno stato bellissimo è la nostra prima priorità, quando vi ritrovate in uno stato di sofferenza, spostarvi in uno stato bellissimo.

Portate attenzione alla vostra vita, verificate come voi rispondete alla vita da uno stato di sofferenza. Spero che sia chiaro per tutti.
Se volete imparare di più sul FOA, potete chiedere agli organizzatori o comunque c’è un depliant che gira.

Ci vediamo la prossima settimana. Grazie, namaste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...