Community Call 10/02/2019

Relazioni – puntata 9

Questa sera la Call ci viene offerta dall’Insegnante Kiranji.

Kiranji

Namastè a tutti e a tutte. Sono molto felice di unirmi a tutti voi. Spero cha abbiate avuto un bellissimo weekend. Sono collegato dalla O&O Academy in India e quindi è un piacere per me guidarvi oggi e non vedevo l’ora di passare un po’ di tempo con voi per la prossima ora e mezza circa. Abbiamo alcune condivisioni? Nella Comunità? Quindi se sono presenti, collegati, li ascolteremo in diretta. Karin dall’Austria, sei qua? Non c’è. Allora Emma dalla Svezia? Pare che non ci sia nemmeno lei. Allora forse ho la possibilità io di raccontare le condivisioni.

Karin (Austria): legge Kiranji:“Ho praticato l’ultimo Sadhana, mentre passavo del tempo con gli altri, ed ho notato che qualunque cosa con cui ritornavo con l’intenzione di dare momenti di gentilezza e di amore, quasi istantaneamente potevo sentire gioia interiore. E quindi vi ringrazio per essere parte della mia vita. In maniera molto naturale c’era un sorriso molto naturale nella mia faccia. Sembra che ci sia stato dato un dono che pone un ponte di collegamento con gli altri e ci sono molte altre cose nella vita che noi diamo per scontate e continuerò quindi a condividere questa formazione.”

Questo raccontava Karin dall’Austria, come lo stare in connessione con gli altri, l’ha aiutata appunto a connettersi e a sentire veramente la gioia. È molto bello. Quindi speriamo che molte altre persone abbiano questa magnifica opportunità. E poi Emma dalla Svezia che ci ha raccontato della richiesta di preghiera che lei aveva fatto.

Emma (Svezia): legge Kiranji: ”Ho un eczema sulle mani che mi da fastidio sui lavori di casa e quindi ho fatto una preghiera silenziosa per aiutarmi in tutti questi lavori e sono stata invitata dalla mia famiglia che si è occupata di me per tutta la preparazione del cibo e per tutte le altre cose. Prima di tornare a casa mi hanno cucinato del cibo extra quindi ho ancora da mangiare per una settimana. Sono molto grata e ho compreso che è arrivato quello che io avevo chiesto nella preghiera. Vi ringrazio tutti voi per quello che mi avete insegnato perché mi permette di stare  in uno bello stato e di connettermi  e ho molta gratitudine.”

Questa è l’esperienza di Emma dalla Svezia. E possiamo vedere anche come il pregare insieme ci aiuta l’un l’altro. E quindi speriamo di avere dei bellissimi momenti sempre più spesso nella nostra vita e sicuramente tutti i problemi che noi abbiamo nel nostro viaggio, mentre noi cresciamo di coscienza, a livello anche individuale e collettivo, la connessione con l’Intelligenza universale o con il Divino, comunque la vogliate chiamare, si andrà ad approfondire. E questo si aggiunge alla velocità con cui noi siamo in grado di ricevere le benedizioni, le preghiere e quanto forte è la capacità di ricevere tutto quello che abbiamo chiesto. Quindi l’unirsi insieme e anche l’andare in un viaggio comune, sicuramente aiuterà tutti. Con questo senso di chiarezza andiamo adesso a capire se qualcuno di voi ha delle domande che vorrebbe fare. E ci occupiamo delle domande prima di procedere oltre con gli altri passaggi. Quindi se qualcuno di voi ha delle domande, può aprire il microfono e dirle.

DOMANDE

Non ci sono domande.

INSEGNAMENTI

Procediamo quindi con l’insegnamento odierno e andremo ad ascoltarlo direttamente dalla voce di Prretaji. Quindi io vi farò ascoltare l’audio e prima di ascoltare Preetaji, ci prepariamo. Quindi vi sedete in maniera adeguata al vostro posto, per assimilare meglio. 

Mantenete la schiena diritta. 

Sentite come il respiro entra ed esce al vostro corpo. 

Portate il palmo destro al centro del petto e dolcemente toccate lo sterno, il centro del cuore, con il palmo destro e mentre respirate sentite il respiro che riempie il vostro cuore. Espirate e sentite il rilassamento, la luce. 

E facciamo questi respiri per 7 volte.

Stiamo nello spazio del nostro cuore e ascoltiamo Pretaji e portiamo dentro di noi tutto quello che Preetaji ci dirà. 

Mantenete pure gli occhi chiusi. 

Se volete potete appoggiare la mano, rilassarla, o stare come preferite.

Ora potete portarvi verso una respirazione normale.

Continuate a tenere gli occhi chiusi.

Preethaji

“Namasté, siete immersi nelle gioie e nei dolori della vita delle persone attorno a voi? Può essere oggi una bellissima giornata, prendiamoci un paio di respiri lenti per diventare consapevoli del viaggio, del percorso che fa l’aria per entrare nel vostro corpo e per uscire dal vostro corpo. 

Andiamo a dare una occhiata all’insegnamento del giorno sulle relazioni:

‘Il vostro dolore fa male a voi e il vostro perdono libera voi. Il vostro dolore ferisce voi, e il vostro perdono libera voi stessi.’

Tutti noi stiamo agganciati a ricordi dolorosi, ma voi sapete che stare aggrappati al dolore, è stare aggrappati ad un mattone di cemento nel mezzo dell’oceano. Che importanza ha chi ve l’ha dato, siete voi quelli che andrete a fondo. Il perdono è saggezza. È comprendere quanto è futile rimanere ad indulgere sul dolore e ripensarci. Il perdono non riguarda mai gli altri, riguarda la vostra stessa libertà.”

Kiranji

Fate un respiro profondo e lentamente rilassatevi. Lentamente quindi aprite gli occhi.

Tanto per cominciare, andiamo a vedere la intuizione di oggi, che nei prossimi giorni sarà qualcosa in cui vi potete immergere, potete approfondire.

“Il vostro dolore, la vostra ferita ferisce voi, il vostro perdono libera voi.”

Ripeto. 

“Il vostro dolore fa del male a voi, il vostro perdono libera voi.”

Come abbiamo sentito da Preetaji, se voi andate ad osservare la vostra vita, i momenti in cui siete stati feriti, può essere qualcosa legato nel posto di lavoro, o con le persone con cui vi relazionate, non è importante, ma quello che noi tendiamo a fare, è rimanere agganciati a questo dolore, a questi dolorosi ricordi. Ora come è stato saggiamente detto da Pretaji, rimanere agganciati a questi momenti di dolore, è un po’ come se voi foste nel mezzo dell’oceano e voi state aggrappati ad un mattone di cemento. Un mattone di cemento è in questo caso, il dolore e noi spesso stiamo aggrappati a questo dolore dice. 

 Dicendo: “Mia mamma mi ha fatto questo; mio padre mi ha fatto quell’altro; il mio capo, mio fratello mi ha ferito; il mio partner mi ha fatto del male; …”

 La domanda è: che importanza ha chi vi ha dato questa cosa. Non è importante se è mio padre che mi dato questo dolore, o è mio fratello che mi ha dato questo dolore, o il mio partner che mi ha dato questo dolore. Come hanno potuto fare questo, comportarsi così con me? Come può un padre o una madre farmi questo? Ma come può un figlio avermi trattato in questo modo? 

Che importanza ha? In fin dei conti siete voi quelli che andate a sprofondare, ad annegare dell’Oceano se stati aggrappati a questo mattone di cemento. Voi sapete che fisicamente un mattone di cemento non galleggia. Quindi se siete nell’oceano della vostra vita, se vedete l’oceano come la vostra vita, e vedete il mattone di cemento come il dolore, siete voi quello che andate a fondo, e la vostra vita va a fondo, siete voi quelli che ne subiscono le conseguenze. Non siete in grado di usare le opportunità, di sfruttare la vostra intelligenza, di vedere quello che accade, quindi alla fine siamo noi quelli che possiamo accorgerci che il dolore non ci aiuta ad andare da nessuna parte, ci fa solo del male. Ecco perché, questa è la ragione per cui lasciar andare il dolore, normalmente noi pensiamo che dobbiamo fare un grande sacrificio, un grande bene per gli altri, ma nella realtà, lasciando andare il dolore, voi state aiutando voi stessi. Vi sentite più energici, siete in grado di prendere delle decisioni intelligenti, siete in grado di essere presenti alle persone che si interessano a voi e che a voi interessano e siete in grado di essere presenti a voi stessi e di fare qualcosa di buono per voi. il che non è possibile quando siete aggrappati a questi vecchi dolori. Mettiamo che c’è qualcuno che vi viene ad aiutare e voi non siete neanche in grado di accettare questo aiuto, perché tendete a vedere tutti come persone che vi possano nuovamente fare del male, se siete aggrappati a questo dolore che è magari venuto da qualcuno, come ad esempio dalla madre. Chiunque arriva ad aiutarvi e voi vedete solo vostra madre in questa persona e quindi lo evitate, no accettate questo aiuto. E quindi ciò vi mantiene in questa vecchia situazione. Quindi ciò che io vi suggerirei, è di portare veramente attenzione alla vostra vita, se c’è magari la sensazione di avere molte ferite, oppure uno può dire: “no, non ne ho nessuna”. È molto comune questa cosa di sentire o di pensare che nessuno nel mondo si sente come noi, nessuno nel mondo ci aiuterà. L’unica cosa che ci aiuta è andare a vedere che il dolore fa del male a noi. Non è che ci aiuta andare a raccontare agli altri che loro devono lasciar andare il loro dolore. Se vogliamo veramente fare la differenza nella nostra vita, vediamo dove siamo noi e noi dobbiamo avere quella chiarezza che se rimaniamo agganciati a questo dolore, facciamo del male solo a noi stessi. E quando lo vediamo, spesso noi sentiamo che potremo lasciarlo andare, perché se noi stiamo aggrappati a qualche cosa che brucia e questo qualche cosa ci sta bruciando la mano, noi in automatico lo lasceremo andare. 

Quindi il perdono è saggezza.

 Che cos’è la saggezza?

 La saggezza riguarda il rendersi conto di quanto è futile indulgere nel dolore. Quando voi comprendete, realizzate. “Ah ma questo non mi fa nessun bene, non mi è utile per niente”, semplicemente lo lasciate andare.

Quindi siamo chiari su questo, il perdono non riguarda gli altri, parla della vostra libertà. Non è perdono mio padre, perdono mio fratello, perdono il mio partner e lo faccio per loro, riguarda la vostra libertà. Quando voi cogliete, comprendete questo, avrete chiarezza di quanto state facendovi del male da soli, da sole, semplicemente per l’indulgere, il continuare a rimanere agganciati a questo dolore. La vostra salute ne viene penalizzata. Avrete dei problemi magari di digestione, potete sentirvi deboli, faticate a dormire. Lo sapete che il dolore non rimane solo lì, quando continuate ad avere dolore, cominciate ad odiare le persone. Con questo odio perdete il vostro equilibrio. Quindi le relazioni con chiunque vicino a voi vengono influenzate. Quindi tutto va fuori dal suo equilibrio e tutto perde il suo equilibrio: la vostra vita perde il suo equilibrio, la vostra carriera ne è influenzata, le relazioni e uno per uno tutti gli aspetti della vostra vita vengono indeboliti. 

Chi è che lascia, permette che questo accada? Siete voi, stando lì ad indulgere in questo dolore. E più voi vedete questa cosa, e più lascerete andare, perché voi sapete che non vi fa nessun bene, non vi è utile per nulla. Ecco per quale motivo diciamo che il perdono non riguarda mai gli altri, ma riguarda la vostra libertà, la vostra libertà di… “Ah, afferrando questo mattone di cemento, io capisco che io sto per affondare. Stando agganciato a questo dolore, io ne subirò delle conseguenze e quindi lasciamolo semplicemente andare”.

Quindi questo è quello che dovrebbe, potrebbe accadere a noi e questo può accadere soltanto se voi riuscite a vederlo nella vostra vita, come siete voi che state agganciati al dolore. E come questo va a toccare voi e gli aspetti della vostra vita. 

Quindi ora andiamo a portare la nostra attenzione grazie alla meditazione guidata da Preetaji, voglio solo sottolineare qui, che mentre ascoltate, la meditazione accadrà, perché è diretta da Preetaji. Quindi con questa chiarezza, adesso portiamoci nella meditazione.

Per favore di nuovo sedetevi in maniera adeguata, e chiudete dolcemente gli occhi.

Vedete quanto è importante per voi essere in grado di lasciar andare questo dolore.

Formulate un intento per questa meditazione.

MEDITAZIONE

Pretaji

Sedetevi in una posizione comoda e chiudete gli occhi.

Inspirate profondamente dal naso ed espirate lentamente dalla bocca con totale consapevolezza. Facciamolo per 7 cicli del respiro.

Diventate consapevoli di una qualunque relazione dove voi state agganciati al dolore o alle ferite ricevute.

Da quanto tempo state agganciati a questo dolore?

Osservate quanto questo dolore vi sta derubando della vostra pace. Vale veramente la pena di vivere la vostra vita in questo dolore, in queste ferite?

Riuscite a sentire il dolore che questa ferita infligge a voi stessi? Lasciatelo andare. Lasciar andare le ferite, il dolore è perdono.

Visualizzate un fiume, il fiume della vita, vedete i ricordi dolorosi di questa relazione fluire giù, lungo il fiume. Inspirate profondamente e dite: “Lascio andare le ferite, il dolore”. 

Ora formulate una intenzione o una preghiera che noi possiamo vivere liberi dalle emozioni dolorose e che possiamo trovare la saggezza di perdonare.

Per favore, ritornate più volte possibile oggi a questa comprensione, a questa constatazione che il vostro dolore fa del male a voi e il vostro perdono vi libera. Namastè.

Kiranji

Fate un respiro profondo e lentamente rilassatevi. E appena siete pronti potete dolcemente riaprire gli occhi. 

Si questa è una intuizione molto utile che abbiamo ricevuto da Preetaji e sicuramente vorrei che tutti voi rifletteste su questa cosa, magari prendendo un foglio di carta in cui voi potete fissarla e magari in un angolo in cui nessuno vi vede, ma ogni giorno, potete vedere questo foglietto. Oppure potete metterla sul vostro cellulare, negli appunti, in modo che ogni vota che vi arriva questa intuizione, potete prendere aiuto da questa. Abbiamo visto la meditazione, ci siamo focalizzati su una relazione, quindi possiamo portarla in altre relazioni nei prossini giorni, in modo di andare a ripulirle e a chiarire come stiamo perdendo energia e buttando via la vita i questo dolore, in modo che potte aiutare voi stessi. Fra breve tempo faremo un a meditazione Soul Synk e prima di questa avremo degli annunci. E quindi possiamo fare un piccolo intento di questa cosa e poi ascolteremo gli annunci e poi procederemo con la Soul Synk. Grazie.

Annunci

Isabella: Penso che tutti sappiate già che molto presto avremo una enorme opportunità che arriva a noi direttamente in Europa il16-17 di marzo. La O&O Academy ha un programma che verrà dato a noi e che viene chiamato: “Essere senza limiti”. Questa è la grande opportunità per noi in Europa, quindi di andare ad imparare direttamente da Preetaji, una delle fondatrici della O&O Academy. Questo corso, ‘Essere senza limiti’, ‘Be limitless’, è un corso molto speciale, per imparare nel campo delle sincronicità, è un viaggio magico in cui voi scoprirete il potere incredibile della Coscienza, affiche voi possiate superare le situazioni difficili della vita.  Quando voi avete questa conoscenza sul potere che potete ottenere, potete andare avanti nella vostra vita su cose in cui gli strumenti e le strategie non funzionano e questo è un viaggio fantastico, un evento di due giorni, grazie al quale voi vi porterete da una mente limitata da un sé limitato, da una vita limitata, verso un essere illimitato e un vivere illimitato. Questa è una grandiosa opportunità che viene a tutti noi in Europa grazie alla quale voi avrete la possibilità di imparare direttamente da Preetaji che ci parlerà dei quattro stati della Coscienza che vi libereranno da questo modo di pensare abituale limitante. Quindi spero veramente che tutti voi possiate cogliere questa opportunità e venire in una delle due sedi, poiché ha luogo sia a Stoccolma in Svezia, che a Bonn in Germania.  Quindi gli organizzatori si sono preparati per accogliervi con delle bellissime possibilità di soggiorno. Io vi metterò qui nella chat europea in modo che possiate dare una occhiata e sentitevi liberi di scrivere agli organizzatori nei contatti, se avete delle domande. Quindi se potete veramente non perdetevi questa grande opportunità di liberarvi dalle limitazioni e di entrare in una ita di sincronicità.

Kiranji

È una possibilità fantastica di approfittarne con gli amici e la famiglia, di condividerlo con loro. Ed è anche bellissimo potersi connettere ad Ekam il 17 febbraio, in cui festeggeremo il 10° anniversario. Quindi tutti avremmo questa grande benedizione di unirci a Krisnaji e Preetaji nella meditazione nel Campo Illimitato che verrà trasmessa in tutto il mondo. Quindi per favore accertatevi che tutti voi insieme con gli amici, famigliari e tutte le persone, anche nuove ovviamente, possano unirsi per fare una differenza nella propria vita per un impatto nella propria coscienza a stare alla presenza appunto di Krisnaji e Preetaji. È una opportunità veramente della vita che otteniamo in questo modo. Può cambiare le vostre vite. Quindi non perdiamoci questa opportunità che arriva a noi, anche se non la chiediamo. Quindi prendetela con il cuore e unitevi a questa meditazione del Campo Illimitato che verrà trasmessa direttamente da Ekam, la Centrale Energetica Divina. È veramente una fantastica opportunità. Quindi mantenete la vostra agenda segnata per il programma on line.

Quindi adesso andiamo a fare la Soul Synk, sappiamo che molte persone veramente vogliono fare questo perdono e quindi, lasciate che ve lo chiarisca ancora una volta: il perdono non riguarda il fatto che voi perdonate un altro, è per voi, perché comprendiate che il fatto di indulgere nel dolore, fa del male soltanto a voi e quindi nel lasciar andare questo dolore. Quindi non fate il favore a nessun altro. Non è che vi tenete in uno spazio più alto e lasciate andare qualcun altro, semplicemente vi accorgete che siete in una buca e ne uscite. Altrimenti questa cosa fa degenerare la vostra vita. Quindi è per vostro stesso bene. Quindi manteniamo un intento comune, ancora una volta, per tutta la meditazione della Soul Synk, mentre la facciamo tutti insieme, manteniamo questo intento insieme, che veramente noi possiamo sentire un effetto moltiplicato e questo veramente crei le sincronicità, grazie alle quali noi non ci perdiamo una parola di questi insegnamenti, ma possiamo affrontare la verità, vederla davanti a noi e siamo veramente in grado di trovare il coraggio di lasciar andare questo dolore. Questo è una cosa che ha una importanza cruciale mentre partecipiamo a questa meditazione della Soul Synk. Quindi applichiamo questa intuizione nella nostra vita in modo che potrà veramente cambiarci la vita. Quindi partecipate e assumete questo intento. 

E ora cominciamo. Sedetevi in maniera adeguata.

Francesco:Nel frattempo io vi dico il sito a chi è interessato a ‘Essere senza limiti’

È: www.being-limitless.de

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...